L’11 Febbraio si festeggia la prima Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nelle Scienze

L’11 febbraio si festeggia la prima Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nelle Scienze. Zonta Moncalieri lo festeggerà insieme a tutte le donne!

La Scienza e l’uguaglianza di genere sono entrambe di vitale importanza per il raggiungimento degli obiettivi per lo sviluppo concordati a livello internazionale, inclusa l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Negli ultimi 15 anni, la comunità internazionale ha condotto grandi sforzi per stimolare e coinvolgere la partecipazione di donne e ragazze nella scienza. Purtroppo però, donne e ragazze continuano ad essere escluse da una piena partecipazione nella scienza. Secondo uno studio condotto in 14 Paesi, le percentuali relative alla probabilità che le ragazze conseguano una laurea triennale, una laurea specialistica e un dottorato di ricerca nel campo della scienza, sono rispettivamente del 18%, 8%, e 2%, mentre le percentuali per gli studenti di genere maschile sono 37%, 18%, 6%.

Affinché donne e ragazze ottengano parità di accesso e partecipazione nella scienza, e vengano compiuti ulteriori progressi per raggiungere la parità di genere e l’emancipazione di donne e ragazze, l’Assemblea Generale delle nazioni Unite ha adottato la Risoluzione A/70/474/Add.2 e ha istituito l’11 Febbraio come la Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza. Per commemorare la Giornata, l’11 Febbraio il Royal Academy of Science International Trust (RASIT) e il DESA-DSPD terranno un Forum di Alto Livello nel Quartier Generale delle Nazioni Unite.

Lo scorso dicembre, gli stati membri delle Nazioni Unite adottarono una risoluzione per istituire ogni anno una Giornata Internazionale atta a riconoscere il ruolo critico che le donne e le ragazze giocano nel mondo della scienza e della tecnologia. I risultati ottenuti dalle donne nei diversi settori scientifici sono sempre stati notevolmente sottostimati rispetto a quelli dei loro colleghi uomini. Tale disparità pone un ostacolo considerevole al raggiungimento dell’eguaglianza di genere e della completa emancipazione di donne e ragazze.

Secondo uno studio condotto in 14 paesi, la probabilità che una studentessa si laurei in una materia scientifica in un corso di laurea triennale, specialistico, o di dottorato è decisamente più bassa rispetto alla stessa probabilità per uno studente maschio, come illustrato dall’infografica qui sotto (clicca per ingrandire):

 

Giornata_Donne_Scienza

 

La Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nelle Scienze, con il motto “Trasformare il mondo: Uguaglianza per tutti,” si propone di aiutare le istituzioni a promuovere il lavoro delle donne nelle scienze e incoraggiare le ragazze ad affacciarsi alle professioni scientifiche. Le donne più giovani necessitano un modello femminile di successo  che le incoraggi ad intraprendere un corso di studi che le renderà, un giorno, ricercatrici e scienziate.

Parità significa eguaglianza, ed è uno degli obiettivi di questa Giornata Internazionale assicurarsi che la parità di genere si trasformi in realtà. Ciò significa che le istituzioni devono assicurarsi che uomini e donne siano pagati allo stesso modo per lo stesso tipo di lavoro. L’uguaglianza di genere è sempre stata al centro degli obiettivi delle Nazioni Unite e la completa emancipazione di donne e ragazze rappresenta un contributo cruciale per l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Segui la Giornata sui social media utilizzando l’hashtag #dayofwomeninscience